Ad Ancona le gelesi lucenti dell’Atl. Virtus Acireale, Giorgia Di Vara e Clara Tasca

Di Vara anconaPer la ventesima volta ad Ancona i Campionati Italiani Allievi indoor, la rassegna giovanile che ha visto la luce, 39 anni fa, il 17 gennaio 1976 al Palasport di Milano. Al Banca Marche Palas, tra i 733 atleti iscritti in rappresentanza di 202 società, le gelesi dell'Atl. Virtus Acireale di Antonino Leotta, Giorgia Di Vara e Clara Tasca, accompagnate dal loro tecnico Massimo Bianca. Presente un'altra società catanese, l'Atl. Pedara di Daniela Pace, con Diego Licciardello.

La classe 1998, ex cadetti, promette a breve di far parlare di sé e Giorgia Di Vara, 16 anni tra un mese, alla sua seconda gara «in serra», si è ben espressa nei 60 metri ostacoli. Domenica 16, quarta nella quinta batteria in 9"22, due ore dopo è scesa a 9"18 nella prima semifinale, sfiorando il suo personale di 9"17, sino al terzo e quarto ostacolo tra le prime e all'arrivo quinta, sedicesimo tempo alla fine del turno. Giorgia è giunta a un centesimo dalla quarta, la veneta Gioi Spinello, campionessa italiana sui 300 ostacoli cadette a Jesolo 2013. Ricordiamo che l'atleta ai Campionati Italiani di Prove Multiple, disputati a Padova il 26 gennaio, è stata ottava nel Tetrathlon Allieve con il nuovo record siciliano al chiuso di 2467 punti.

Sempre la domenica, Clara Tasca, 16 anni il 2 novembre, alla sua prima gara al coperto, nella seconda serie dei 1000Tasca ha corso in una gara tattica, passaggio ai 200 in 36"1, contro i 32"0 della prima, per chiudere all'ottavo posto in 3'08"63 e sedicesima tra tutte. A Clara è mancato il cambio di ritmo, anche perché in questo scorcio del 2014 ha praticato il cross e non ha potuto assaggiare la pista, allenandosi solo... sull'asfalto.

Continua il «miracolo Massimo Bianca» con i suoi ragazzi che si allenano letteralmente "in mezzo alla strada", e che, pur non potendo disporre di una struttura idonea a Gela per la loro preparazione, ottengono ugualmente risultati di prestigio in specialità tecniche come gli ostacoli o le prove multiple. Bianca sottolinea l'impegno di Antonino Leotta, presidente dell'Atl. Virtus Acireale che si sobbarca a mille sacrifici pur di sostenere questi giovani.

Sabato 15 Diego Licciardello dell'Atl. Pedara, anche lui alla sua prima esperienza in sala, nei 400 metri è stato terzo nella prima batteria in 52"95 e dodicesimo nel riepilogo.

Fonte: Michelangelo Granata per fidalcatania.it

Share