Un anno dalla scomparsa di Marco Mannisi

Mannisi con Raiti e Amante

Ad un anno dalla scomparsa di Marco Mannisi

Il padre fondatore dell’atletica catanese

di Michelangelo Granata

È trascorso un anno dalla morte di Marco Mannisi, il dirigente di lungo corso ci ha lasciato venerdì 30 novembre 2018 all’alba a Catania, nato il 3 dicembre 1926, avrebbe compiuto 92 anni tre giorni dopo.

Era il 1954 quando Mannisi muoveva i primi passi con la Libertas Catania, un’organizzazione sportiva della Democrazia Cristiana, nata nel 1946, che segna la storia dell’atletica leggera catanese. Il merito maggiore della Libertas Catania è stato quello di aver rivolto maggiori attenzioni al settore giovanile che è servito a dare impulso all’atletica leggera, creando un grande serbatoio per la squadra maggiore, sino al raggiungimento dell’agognata serie A-Oro.

La sezione di Catania era stata fondata da Giuseppe Manoli e seguìta, con passione ed entusiasmo, da Vito Cantone, in quell’anno il presidente era Pippo Iuppa. Ai tempi d’oro dello sport della città etnea, con Ignazio Marcoccio (ex sindaco ed ex Presidente del Calcio Catania), Giuseppe Iuppa, più avanti Ignazio Russo, la Società cesella manifestazioni prestigiose. Impossibile elencare le presenze della Libertas Catania e poi dello Sport Club Catania in tutti i Campionati delle varie categorie, sempre nelle prime posizioni e i suoi atleti in maglia azzurra.

Marcoccio e Mannisi crearono nel 1960 il Trofeo «Sant’Agata», gara podistica internazionale che si svolgeva a Catania nel corso dei festeggiamenti annuali della Santa Patrona, su di un circuito ricavato nelle strade del centro storico il pomeriggio del 3 febbraio. Alfredo Berra la chiamava la «corrida agatina», una corsa che vanta un Albo d’Oro d’eccezione. Sempre con Marcoccio, Mannisi organizza il Trofeo «Trinacria d’Oro» di Ginnastica Artistica a livello mondiale: ginnaste di tutto il mondo protagoniste di quella che fu una delle manifestazioni che diede più prestigio allo sport catanese e siciliano a livello internazionale.

Infiniti i titoli e le cariche assunte da Mannisi, Presidente Provinciale del Coni dal 1994 al 2005, con ben tre “stelle”: nel 1975 la prima Stella di Bronzo dirigenti; nel 1982 la Stella d’Argento e nel 1994 quella d’Oro; Diploma d’Onore del C.I.O.; Segretario Nazionale Gruppo Giudici Gare della Fidal dal 1982 al 1988, periodo in cui si è svolta la più importante manifestazione di atletica leggera in Italia: i Campionati Mondiali di Roma 1987.

Una vita dedicata allo sport in ogni suo genere e forma, allo sport fatto di passione e sacrifici, certi che tutti lo ricorderanno per sempre, perché di momenti importanti e di vittorie, a casa, ne ha portate tante.

 

Nell’anniversario della morte di Marco Mannisi, oggi si celebra una Santa Messa alle ore 19,00 nella Chiesa del Cuore Immacolato di Maria al viale Vittorio Veneto 309.

 

Nella foto: Marco Mannisi con Pippo Raiti (al centro) e Francesco Amante.

 

 

Share