4° MEMORIAL «MIMMO RIZZO»

nicol2nicol1A NICOLOSI IL 4° MEMORIAL «MIMMO RIZZO»
di Michelangelo Granata

Venerdì 5 luglio si disputa a Nicolosi il Trofeo «S. Antonio Abate», 4° Memorial «Mimmo Rizzo», a cura della gloriosa «Monti Rossi» di Giuseppe Di Mauro. La partenza della gara in notturna è prevista alle 21,00 da piazza Vittorio Emanuele - ai piedi della Chiesa Madre, la "Matrice" dei nicolositi,

di stile barocco, attribuita all'architetto G.B. Vaccarini - e si svilupperà su dieci giri di un circuito collaudato di 950 m, pari a 9,500 km.

Una più sorprendente dell'altra le tre edizioni passate nel ricordo di un uomo eccezionale, Domenico Rizzo, atleta e dirigente che ha impresso un'impronta indelebile nella «Monti Rossi», scomparso il 21 gennaio 2015, avrebbe compiuto 74 anni tre mesi dopo.

Uno spettacolo il 3 luglio 2015, tra le vie del paese illuminato a festa, con la galoppata solitaria dell'augustano Luigi Spinali, superbo vincitore, staccati il modicano Giovanni Cavallo e Vito Massimo Catania di Regalbuto. La nissena Valentina Turone domina tra le donne.

L'1 luglio 2016, Vincenzo Agnello di Misilmeri, allievo di Tommaso Ticali, fa faville, ai posti d'onore il lentinese Alessandro Brancato e Cavallo, quarto Spinali. Ammirata da tutti i paesani l'altofontina Barbara La Barbera.

Un terzetto di fuoco incanta tutta Nicolosi venerdì 30 giugno 2017 dalle ore 22,04. Lotta avvincente tra i due gioielli di Tommaso Ticali, Vincenzo Agnello e Alessio Terrasi, con il battagliero Brancato da terzo incomodo. Agnello concede il bis in una corsa palpitante con la folla ammaliata, sul palermitano Alessio Terrasi e Brancato, atleti tra i primi in Italia. Festeggiata dai nicolositi la prima donna, la trapanese Federica Sugamiele.

L'intera manifestazione vivrà nel ricordo di Domenico Rizzo, la cui figura non si finirà mai di scolpirla tra le più belle del mondo amatoriale di tutti i tempi.

Nato a Nicolosi il 27 aprile 1941, uomo di montagna, di una modestia senza eguali, è stato un campione nella vita e nello sport, lavoratore instancabile, dirigente appassionato, marito, padre e nonno esemplare.

Avanti negli anni, s'innamora della corsa e ruba il tempo per allenarsi la mattina presto o la sera dopo una dura giornata di lavoro. Tra i primi amatori apparsi sulla scena dell'atletica catanese e siciliana, strabiliava per le sue gare su tutti i terreni. Una vera gazzella ante litteram, le sue lotte negli anni Ottanta su strada, cross e pista con l'altro nicolosita Angelo Petralia (più giovane di due anni), sono da leggenda e hanno dato il la all'attività amatoriale.

Rizzo fonda nel 1979 con un gruppo di appassionati montanari, Antonio Ragusa, Angelo Petralia, Antonino Caruso, Emilio Borzì, Domenico La Rosa, il primo presidente, l'Unione Sportiva «Monti Rossi» Nicolosi. Colonna portante dei Master, Domenico Rizzo, pensate, è stato capace ai Campionati italiani Fidal Amatori di maratona, disputati a Milano il 7 ottobre 1984, di classificarsi all'età di 43 anni 28° assoluto in 2.28'13". I primi atleti rispondevano ai nomi di Gelindo Bordin, Vito Basiliana, Marco Marchei, Salvatore Bettiol, Luigi Zarcone...Sempre nella maratona altre due sue perle: ai Mondiali Master di Roma 1985, 11° all'arrivo e 5° tra gli italiani in 2.33'50"; ad Ascoli Piceno 1987, campione italiano come A/45 in 2.33'14".

Fantastico pure in pista, si trasecola a riportare i suoi personali: 3000 - 9'23"8 (M40) nel 1981, 9'36"2 (M45) nel 1987, 10'05"6 (M50) nel 1991; 5000 - 15'53"9 (M40) nel 1981, 16'24"5 (M45) nel 1987, 16'50"8 (M50) nel 1991, 10.000 - 33'36"1 (M45) nel 1987, 35'58"2 (M50) nel 1992; ora di corsa su pista - 17,101 km (M40) nel 1985, 17,030 km (M45) nel 1988.

ALBO D'ORO MEMORIAL «MIMMO RIZZO»
1a edizione - Nicolosi, 3 luglio 2015
Uomini - 9,500 km
1. Luigi Spinali (Atl. Sant'Anastasia) SM 30'20"
2. Giovanni Cavallo (Pod. Messina) SM35 31'23"
3. Vito Massimo Catania (Atl. Amatori Regalbuto) SM35 31'38"
4. Alfio Scalisi (Pod. Messina) SM40 32'05"
5. Antonio Recupero (Atl. Sant'Anastasia) SM40 32'12"
Donne - 4,750 km
1. Valentina Turone (Atl. Virtus Acireale) JF 16'55"
2. Tatiana Betta (Pod. Messina) SF45 17'22"
3. Graziella Bonanno (Pod. Messina) SF40 18'22"
4. Clara Tasca (Atl. Young Runner Gela) AF 18'29"

2a edizione - Nicolosi, 1 luglio 2016
Uomini - 9,500 km
1. Vincenzo Agnello (Atl. Casone Noceto) SM 29'59"
2. Alessandro Brancato (Atl. Casone Noceto) SM 30'22"
3. Giovanni Cavallo (Pod. Messina) SM35 31'40"
4. Luigi Spinali (Atl. Sant'Anastasia) SM 32'32"
5. Vito Massimo Catania (Atl. Amatori Regalbuto) SM35 32'53"
Donne - 4,800 km
1. Barbara La Barbera (Rcf Roma Sud) SF 17'19"
2. Valentina Turone (Catania 2000) JF 17'47"
3. Tatiana Betta (Pod. Messina) SF45 17'56"
4. Clara Tasca (Catania 2000) JF 18'24"
5. Graziella Bonanno (Pod. Messina) SF45 19'25"

3a edizione - Nicolosi, 30 giugno 2017
Uomini - 9,500 km
1. Agnello Vincenzo (Atl. Casone Noceto) SM 29'20"
2. Alessio Terrasi (G.P. Parco Alpi Apuane) SM 29'31"
3. Alessandro Brancato (G.P. Parco Alpi Apuane) SM 29'49"
4. Luigi Spinali (Atl. Augusta Club S. ) 31'24"
5. Giovanni Cavallo (Pod. Messina) SM40 31'44"
Donne - 4,750 km
1. Federica Sugamiele (Cus Palermo) PF 17'08"
2. Tatiana Betta (Pod. Messina) SF45 18'05"
3. Cristina Ventura (Magma Team) PF 19'22"

Nelle foto: la partenza delle donne nel 2016; l'arrivo vittorioso di Vincenzo Agnello nel 2017.



Share